//
stai leggendo...
Appunti

I Filosofi con la Pancia Piena


Qualcuno avrà pensato che abbia abbandonato il blog. Non è così, ma tra tragedie meteorologiche, impegni “sportivi” e altro ho effettivamente trascurato un po’ questo spazio.

Però poi arriva sempre, nella vita, l’elemento di rottura: quella piccola insignificante goccia che toccando la superficie dell’acqua nel bicchiere colmo rompe il menisco miracoloso creato da quel fenomeno mirabile chiamato tensione superficiale e fa tracimare irrimediabilmente, irrefrenabilmente, scompostamente il liquido al di fuori del suo contenitore.

Indovinate un po’? Adesso parlerò di Adriano Celentano. Pare che stasera – dato che il Festival solo con le canzoni sia in calo – ricomparirà scendendo dalle nubi tra noi poveri mortali…

Non l’ho ascoltato la prima volta, lo premetto. Perché mi rifiuto di sottomettermi a quel rito tribale e carnascialesco che è il Festival di Sanremo (ma poi si scrive così? Quando andavo in Francia di ritorno dalle licenze ricordo che sui cartelli era scritto S. Remo, dunque…). E quindi non ho nemmeno potuto interloquire – ahimé – sulla presenza o meno delle mutande di Belen Rodriguez: sarò perennemente escluso da qualsiasi cenacolo cultural-tele-sociale per gli anni a venire. Ma me ne farò una ragione…

Torniamo al Vate. Non l’ho ascoltato dicevo, come normalmente non ascolto Beppe Grillo, o Dario Fo, o tutti coloro che dall’alto di una opulenta e solenne digestione postprandiale predicano pretendendo di insegnare la purezza e la saggezza a chi spesso per sbarcare il lunario si deve affidare ai buoni uffici di quella categoria oramai bollata dai pruriginosi benpensanti perbenisti come “banda di pedofili ed approfittatori, che dovrebbero solo regalare i loro tesori ai poveri“, come in realtà fanno il più delle volte. I Sacerdoti, quelli con la S maiuscola.

Cari signori, filosofeggianti moralisti, vi darò ascolto quando vi vedrò con i miei occhi donare il contenuto dei vostri pingui conti in banca a un qualsiasi organismo filantropico non in odor di politica, e vestirvi con un bel saio di sacco mangiando cavallette per sopravvivere. Come faceva Francesco da Assisi.

So già però che questo non avverrà mai, perché in fondo non siete interessati ad essere ascoltati: a voi tutto sommato ciò che importa è ascoltare soltanto voi stessi, e compiacervi del suono della vostra voce…

Informazioni su Marcello Rodi aka "Rodmark"

Redattore di Endzone.it, commentatore NFL, appassionato di golf, sport e cinema e romanziere da strapazzo...

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Archivio

Cinguettii… (@rodmark57)

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: