Un ideale proseguimento di quanto scritto ieri ne “La pistola carica” mi è derivato nella stessa serata, quando ascoltando i vari telegiornali ho sentito riferire delle dichiarazioni del PM di Cremona Di Martino – che sta indagando sullo scandalo delle scommesse – secondo cui “La sensazione è che in serie A le combine non siano fra i giocatori ma fra le società“.

Molto scorretto a mio avviso gettare benzina sul fuoco di una situazione già di per sé esplosiva come questa. Ma certo, dopotutto il PM non può venire certo querelato per una sensazione, anche se a suo tempo il Popolo Sovrano si era espresso in un referendum popolare a favore della punibilità dei Magistrati: referendum bellamente disatteso da quella classe politica che adesso incita alla civiltà del voto. Inoltre il PM dovrebbe avere abbastanza senso di responsabilità da capire che una frase del genere diventa notizia, e che come tale resta nelle orecchie della gente a lungo.

Questi atteggiamenti, insieme allo sforzo di voler tirare in ballo la serie A quasi a tutti i costi in un’inchiesta che principalmente gravita attorno a partite di serie B e Lega Pro (15.000 euro per corrompere un giocatore: ve lo immaginate un Pato, o un Perrotta, rovinarsi la carriera per le noccioline?) sembra davvero prefigurare la costruzione di una rampa di lancio verso la notorietà per un sacco di gente.

Sensazione che ai miei occhi è rinforzata da una frase letta in un articolo a firma di Valentina Errante e Cristiana Mangani sul sito de “Il Messaggero”, dove si legge testualmente: “È il 21 marzo scorso quando Erodiani dice a Pirani che sta andando a Bologna a portare i soldi delle giocate. E commenta con lui la partita dell’Inter. Racconta, poi, che l’attaccante del Lecce Daniele Corvia, avrebbe pronosticato anche tanti gol in Fiorentina-Roma, avendolo saputo dal capitano della Giallorossa. La dichiarazione viene tenuta in grande considerazione dal PM di Cremona perché la rivolge agli indagati durante tutti i loro interrogatori“.

La pistola carica è dunque pronta a sparare…